ambiente-1

Visita le nostre riserve

Ciliegio canino

Prunus mahaleb L.

Specie diffusa in particolare nel piano collinare al margine dei boschi di latifoglie termofile di tutta Italia, in particolare sui pendii più assolati.

Dimensioni e portamento:

Si tratta di un piccolo alberello (in genere non arriva ai 5 m di altezza) che può regredire ad arbusto nelle condizioni più difficili che a volte occupa. Risulta molto evidente al margine delle boscaglie all’inizio della primavere quando fiorisce prima ancora di emettere le foglie. I fiori, in questo periodo dell’anno, sono una preziosa risorsa per molti insetti utili.

Da questi si sviluppano una miriade di piccole drupe che all’inizio dell’estate sono mature e di color nero, molto gradite all’avifauna.

Terreno ed irrigazioni:

Sa adattarsi a suoli anche molto superficiali, sassosi ed asciutti, purché di natura calcarea. Non tollera il ristagno idrico.

Le giovani piante necessitano di modeste e sporadiche irrigazioni.

Temperatura ed esposizione:

Specie tipica dei climi temperato caldi, ama l’esposizione in pieno sole.